Vince Recco, ma che cuore il Cus!

In una gelida e ventosa domenica di Gennaio si è giocato il derby tra Cus Genova e Pro Recco valido per la prima giornata di ritorno del campionato di serie A.

Le due formazioni si presentano all’incontro in due situazioni molto diverse, i biancorossi sono alla disperata ricera di punti salvezza mentre gli ospiti, al terzo posto in classifica, vogliono tenere il ritmo delle prime. I genovesi, decimati dagli infortuni, presentano una formazione molto rimaneggiata e con solo cinque cambi in panchina.

Pronti via ed è subito doccia fredda per i padroni di casa che subiscono l’ennesimo intercetto della stagione e non possono far altro che vedere l’estremo avversario involarsi indisturbato in mezzo ai pali. La reazione è però immediata e 4 minuti dopo arriva la meta del pareggio grazie ad un’ottima maul finalizzata da Barry. Al 12′ un piazzato di Sandri porta i padroni di casa in vantaggio ma i recchellini rispondono al 24′ con la meta di Becerra. Allo scadere della prima frazione arrivano altri 3 punti dalla piazzola per il Cus che fissano il punteggio sul 14-13 in favore della Pro Recco.

A cinque minuti dall’inizio del secondo tempo arriva la terza meta biancoceleste, 19-13. Il punteggio rimarrà invariato fino al fischio finale merito soprattutto di una grande difesa biancorossa che respingerà ogni tentativo recchellino di avvicinarsi all’area di meta.

Per il Cus arriva un’altra sconfitta, è vero, ma rimane lo stesso una grande prestazione di cuore e coraggio dei ragazzi scesi in campo che deve rappresentare il punto di partenza per affrontare al meglio il girone di ritorno e centrare l’obbiettivo salvezza.

La prestazione di domenica non può che caricare la squadra in vista dello scontro di diretto in casa dei Centurioni il prossimo weekend. In pochi, se non addirittura nessuno, si sarebbero mai aspettati di conquistare un punto nel derby con una formazione così rimaneggiata ma la grinta e la determinazione del Cus Genova si sono dimostrate grandi al punto che tutto lo stadio potesse credere fino all’ultimo nella vittoria dei ragazzi di Sandri e Bernardini.

Domenica prossima, a Lumezzane, c’è solo un risultato possibile ed i genovesi sono pronti alla battaglia.

Simone Davitti

Spread the love