Torino è cinico, Cus sconfitto

Una giornata sorprendentemente mite e soleggiata quella di Torino che ha visto i padroni di casa prevalere sul Cus Genova per 36-12.

I genovesi giocano bene, hanno possesso e territorio e trovano subito il vantaggio con Pressenda. Come spesso è capitato nel corso di questo campionato però, i biancorossi non capitalizzano tutte le occasioni create e sprecano tanto. Nonostante la mischia dominante infatti, i biancorossi non riescono ad aumentare il proprio vantaggio ed infatti, alla prima comparsa nella metà campo avversaria, i torinesi accorciano nel punteggio: 3-7. La meta del sorpasso arriverà poco tempo dopo e sarà subito seguita dalla seconda, 17-7 all’intervallo.

Nel secondo tempo il copione della partita non cambia, i genovesi provano ad attaccare ma i padroni di casa difendono bene e colpiscono ad ogni occasione. Gli errori degli ospiti, uniti alla cinicità dei torinesi, porteranno all’aumentare del divario tra le due squadre. Nella ripresa arriveranno altre tre mete per la squadra di casa e a nulla servirà la marcatura genovese firmata dal capitano Francesco Imperiale.

La grande differenza in questa partita, come spesso accade nel rugby, la hanno fatta i dettagli. La troppa frenesia dei biancorossi in fase d’attacco ha infatti inciso irrimediabilmente sul risultato finale. La prestazione dei ragazzi di Bernardini e Sandri è stata in ogni caso positiva sul piano del gioco e questo deve servire da spunto per affrontare al meglio le prossime partite.

Decisiva sarà infatti quella del 16 Gennaio al Carlini contro gli avversari diretti di Alghero. Vincere contro i sardi sarebbe fodamentale consolidare il posto in classifica in ottica salvezza e i biancorossi lo sanno, così come sanno che sistemando i particolari possono dare filo da torcere a qualunque avversario e finire al meglio la parte finale del campionato.

Simone Davitti

Spread the love