Cus, il cuore non basta al Carlini vince Biella

L’ultima parita dell’anno al Carlini non è andata come si sperava purtroppo. Il grande cuore e l’impegno messo in campo dal Cus Genova non sono bastati per avere la meglio su Biella che, dal canto suo, si è dimostrata molto organizzato e compatto in difesa.

Sin dalle prime battute sono stati i biancorossi ad imporre il proprio gioco ma saranno gli ospiti a portarsi in vantaggio grazie al piede del loro mediano di apertura che si rivelerà perfetto per tutti gli 80 minuti. I genovesi comunque non accusano il colpo e continuano a rilegare i piemontesi in difesa, la meta arriverà al 25′ dopo una bellissima azione alla mano che porterà “il Matto” Tessiore a schiacciare la palla alla bandierina. Altri due calci concessi dai padroni di casa consentiranno però a Biella di concludere il primo tempo in vantaggio per 9 a 7.

La ripresa inizierà sulla falsa riga della prima frazione con il Cus che ci prova e biellesi a difendere. Al 55 arriverà la doccia fredda per i biancorossi che, al primo vero errore difensivo, subiranno la marcatura piemontese, 16-7. Il punteggio, sul quale pesa la poca precisione dalla piazzola per i genovesi, rimarrà invariato fino al fischio finale.

Ancora una volta sono zero i punti guadagnati in classifica dal Cus Genova e ancora una volta la squadra di Bernardini e Sandri avrebbe meritato qualcosa di più sia per il gioco espresso che per il coraggio e la voglia dimostrata contro formazione che occupa comunque il terzo posto in classifica. Questa partita, nella quale merita una menzione d’onore la mischia ordinata, ha dimostrato nuovamente la competitività dei biancorossi che sanno di potersela giocare con chiunque.

Vietato perdersi d’animo quindi perchè la strada intrapresa, seppur tortuosa, sembra essere quella giusta per un gruppo, come quello genovese, che sembra in continua crescita e che sa di avere le carte in regola per raggiungere l’obbiettivo salvezza.

Il prossimo impegno vedrà i biancorossi in scena a Settimo Torinese, in uno scontro molto difficile in cui dovranno fare a meno del centro Riccardo Filippone al quale si augura una pronta guarigione dal brutto infortunio che lo ha visto protagonista nel corso di questa gara.

Simone Davitti

Spread the love