Cus Genova, una sconfitta che vale 2 punti

Durante la quarta giornata di Serie A il Cus Genova ha affrontato tra le mura amiche del Carlini il Rugby Prabiago 1948, squadra sempre molto difficile da affrontare.

I biancorossi, come ci siamo abituati a vedere in queste prime partite, partono forte andando subito in meta con Bortoletto, prima marcatura per lui in Serie A, e poco dopo con Pressenda. 10 minuti sul cronometro e 14-0 sul tabellone.

Piano piano però gli ospiti crescono nel gioco ed al 25′, con la complicità della difesa cussina, il numero 15 Grillotti raccoglie dopo un rimbalzo un up and under e corre indisturbato in mezzo ai pali.

Partita riaperta e primo tempo che si chiuderà sul 14-10. A due minuti dall’inizio del secondo tempo gli ospiti, battendo velocemente un calcio di punizione, si portano in vantaggio cogliendo di sopresa i genovesi, 14-17.

Pochi minuti dopo arriva la risposta biancorossa con la meta di Mandivenga in seguito ad un’ottima azione alla mano. A questo punto è Parabiago a ributtarsi in avanti e come il Cus nel primo tempo, segna due mete in rapida successione; 20 minuti alla fine e 21-31 il punteggio. Il doppio colpo non spegnerà però l’orgoglio genovese che al 76′ va in meta con Migliorini. Questa sarà l’ultima marcatura della partita che si chiuderà sul risultato di 28-31.

I ragazzi biancorossi, seppur con il rammarico di aver perso per sole 3 lunghezze, possono essere soddisfatti della prova di carattere ed orgoglio che hanno mostrato riuscendo a conquistare 2 punti in classifica contro un avversario che, dal canto suo, si è rivelato molto forte ed organizzato e che al momento si divide la testa del girone al pari con l’Accademia Ivan Francescato.

I genovesi pagano nuovamente qualche disattenzione di troppo in difesa ma dimostrano ancora una volta che, scendendo in campo con la giusta concentrazione, possono mettere in difficoltà chiunque

Spread the love