21-26! A Lumezzane vince il Cus!

Finalmente è arrivata.

Era dal 28 Ottobre, nella partita del Carlini proprio contro i Centurioni che il Cus Genova non assaporava il sapore della vittoria. Domenica scorsa, un girone dopo, è arrivato il secondo successo in campionato. All’andata i punti conquistati in classifica furono 4 mentre questa volta sono stati addirittura 5 .

La partita di Lumezzane non è stata affatto facile, match molto teso, combattuto dove entrambe le squadre hanno risposto colpo su colpo. A 4 minuti dal fischio d’inizio i padroni di casa si portano subito in vantaggio ma i genovesi riescono a pareggiare. Al 36′ arriva la seconda meta lombarda e tre minuti dopo, proprio allo scadere del primo tempo il Cus riacciuffa il pareggio, 14-14 all’intervallo.

Nel secondo tempo la supremazia della mischia biancorossa sarà premiata con una meta tecnica che porterà quindi al sorpasso genovese, 14-21. Una distrazione favorirà il pareggio dei Centurioni ma a 5 minuti dalla fine saranno di nuovo gli avanti genovesi a rendersi protagonisti.

Mischia ordinata a favore dei Centurioni nei loro 5 metri, la palla esce e arriva al mediano d’apertura lombardo che carica il calcio di liberazione ma viene murato e Bertirotti va a schiacciare oltre la linea. Esplode la panchina ed è 21-26 Cus Genova.

Gli ultimi minuti saranno di sofferenza e difesa per i biancorossi che reggeranno bene l’urto della squadra di casa mantenendo invariato il risultato.

I 5 punti conquistati in classifica hanno permesso ai genovesi di scavalcare in classifica Alghero, che sarà avversario proprio al Carlini il 9 Febbraio. Questa domenica invece i biancorossi saranno impegnati a Grugliasco, nel recupero della sfida contro il Cus Torino, che sarà un ottimo banco di prova per confermare i progressi mostrati in questo periodo e arrivare al meglio allo scontro diretto contro i sardi.

I ritorni di Salerno e Garaventa, oltre all’arrivo dello scozzese Robbie Chalmers, hanno inoltre donato nuovo entusiasmo alla squadra che è pronta a dare battaglia ogni domenica per conquistare la tanto agoniata salvezza

Simone Davitti

Spread the love